Debito Pubblico

debito pubblico

Quando uno Stato ha maggiori spese rispetto alle entrate si ha il debito pubblico. Quest’ultimo è il debito dello Stato nei confronti dei privati, quali famiglie, imprese, banche di credito ordinario, e la Banca Centrale. A loro volta quest’ultimi si presentano come creditori nei confronti dello Stato.
Quando il debito è contratto con soggetti esteri si tratta di debito estero, quando invece è contratto con soggetti economici interni si tratta di debito interno. Anche altri soggetti pubblici come Regioni, Comuni e Province possono emettere titoli di credito a rappresentare il proprio debito e per questo motivo si può avere il debito pubblico dell’amministrazione centrale e quello dell’amministrazione periferica.

debito pubblico

In entrambi i casi lo Stato o gli enti pubblici devono essere in grado di trovare una copertura finanziaria nei tempi e nei modi previsti, ma soprattutto evitare il rischio di insolvenza. Quest’ultima situazione può verificarsi quando si decide di ricorrere nel breve periodo a politiche di risanamento dei conti pubblici all’interno di politiche di bilancio pubbliche restrittive con abbattimento del deficit pubblico o creazione di avanzo primario. Oppure ricorrendo nel medio-lungo periodo a politiche di bilancio espansive volte a stimolare la crescita economica e relativo PIL con aumento del gettito fiscale.

Leggi Anche

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi