Insider Trading

insider trading

L’insider trading fa riferimento alla compravendita di titoli, ovvero valori mobiliari quali azioni, obbligazioni e derivati, da parte di soggetti che, per via della loro posizione o professione, vengono in possesso di informazioni riservate non di pubblico dominio. Queste informazioni, cosiddette “privilegiate”, permettono di posizionarsi in una situazione di pregio rispetto agli altri investitori dello stesso mercato che invece non possono accedere a determinate informazioni. Si tratta quindi di asimmetria informativa.

In particolare è possibile distinguere due tipi di insider trading uno illegale e uno legale.

insider trading

Partiamo dalla negoziazione di titoli di un’azienda basata su informazioni materiali non di pubblico dominio da parte di soggetti sia interni, ovvero gli insider, sia esterni. In questo caso, in molte giurisdizioni, viene considerata una pratica illegale, come ad esempio negli Stati Uniti, dove è definita come abuso di informazioni privilegiate, ovvero market abuse.

Dall’altro canto possiamo avere la negoziazione di titoli da parte degli insider non basata su informazioni privilegiate. In questo caso si tratta di una pratica legale denominata insider dealing. Quest’ultima, in molti Paesi, è soggetta ad alcuni vincoli informativi nei confronti di organi di controllo, come ad esempio la CONSOB, in merito alle transazioni effettuate.

Leggi Anche

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi