Credit Crunch

Credit Crunch

Credit crunch, ovvero stretta del credito, è il calo significativo o il peggioramento improvviso delle condizioni dell’offerta di credito alla fine di un periodo espansivo prolungato che va ad accentuare la fase recessiva.
Il credit crunch si verifica quando le banche centrali decidono di alzare i tassi di interesse allo scopo di raffreddare l’espansione ed evitare una possibile inflazione. In questa situazione gli istituti di credito vengono spinti a chiudere l’accesso al credito a chi non può permetterselo. In alcuni casi può capitare che in presenza di fallimenti bancari e ritiro della liquidità, le banche decidano di chiudere l’accesso al credito per evitare a loro volta di fallire.

Credit Crunch

In seguito ad una stretta del credito può accadere che banche, imprese o famiglie debitrici falliscano. I mancati pagamenti, infatti, finiscono per causare pignoramenti dei beni ipotecati a garanzia dei crediti, andando ad aumentare le proprietà delle banche.
Il credit crunch non può essere avviato solamente dalle autorità monetarie ma anche dalle stesse banche nel caso in cui siano preoccupate della solvibilità dei soggetti a cui prestano soldi. In una situazione del genere si applica una stretta del credito e i prestiti futuri vengono concessi a condizioni molto più severe.

Leggi Anche

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi